Cammarata-S.Giovanni Gemini,verso unione

Margagliotta, grande risultato per futuro di speranza

(ANSA) - PALERMO, 9 NOV - E' stata approvata, da parte dei consigli comunali di Cammarata e San Giovanni Gemini (Ag) la proposta sull'indizione del referendum per la fusione dei due Comuni. Consenso unanime da quasi tutti i consiglieri i quali hanno espresso giudizi positivi su questo progetto, che, se andrà a buon fine, porterebbe alla nascita del più grande comune dei monti Sicani. La separazione del territorio di San Giovanni da quello di Cammarata fu voluta dal conte Ercole Branciforti nel 1587. Come prevede la legge regionale n. 30 del 2000 (che per la prima volta si avvia ad essere applicata per quanto concerne la fusione di Comuni) ha inizio l'iter amministrativo che condurrà al referendum consultivo. ''É un grande risultato - dice Nino Margagliotta, responsabile del Coordinamento intercomunale dalla fusione - per quanti lavorano da anni a questo ambizioso progetto, un programma di speranza e di futuro per due piccole entità comunali che possono dare luogo al più grande comune del comprensorio dei Monti Sicani''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Filippo Sirchia - Target Agenzia Investigativa

Agenzia Investigativa Target di Siracusa: L’utilità di un ruolo a difesa e tutela delle aziende

La protezione preventiva contro il falso o la frode alla base del successo di un’attività.



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere