Teatro: Eternity, in scena a Palermo lo spettro dell'amianto

Venerdì 7 luglio al Real Teatro Santa Cecilia per Giornata Cgil

(ANSA) - PALERMO, 5 LUG - Eternity, uno spettacolo scritto e diretto da Claudia Puglisi, con Filippo Luna e Silvia Scuderi, sul dramma dei decessi a causati dall'amianto andrà in scena venerdì 7 luglio, alle ore 19.30, al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo. Il testo teatrale, liberamente ispirato ai racconti di denuncia degli stessi operai colpiti dalla malattia e raccolti dalla regista, chiude la giornata organizzata dalla Cgil che mette a confronto le testimonianze di coloro i quali hanno avuto a che fare con la pericolosa fibra dell'amianto, come gli edili, i metalmeccanici ma anche la gente comune, una sinergia tra sindacato e teatro per mettere in luce le gravi carenze sulla sicurezza nel mondo del lavoro. Lo spettacolo è, infatti, un invito a far riflettere sulla spregiudicatezza di quegli imprenditori che mettono in primo piano il lucro a danno della salute degli operai. Eternity nasce da un'idea di Turi Occhipinti (tra gli ospiti del convegno della Cgil) e Gaetano Scollo, di Sentieriblei, e dall'Associazione culturale La Compagnia Prese Fuoco di Claudia Puglisi, e prende spunto da un fatto di cronaca. Nel 2012 il tribunale di Torino condannò in primo grado a 16 anni il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, 65 anni, e il barone belga Louis De Cartier, 91 anni. Entrambi ma in periodi diversi, a capo dell'Eternit, la multinazionale che produceva amianto e che in Italia possedeva diversi impianti. Quella di Torino fu giudicata una sentenza storica, i due imprenditori furono accusati di disastro doloso permanente e di omissione dolosa di misure antinfortunistiche. Secondo i giudici sulle loro spalle pesarono le morti di migliaia di persone tra operai, familiari e cittadini comuni tutti colpiti da mesotelioma pleurico, considerato dai medici uno dei tumori più aggressivi e mortali.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere