Teatro: "Stranieri familiari" in scena a Sambuca di Sicilia

Sabato 20 febbraio lo spettacolo che parla di violenza su donne

(ANSA) - SAMBUCA DI SICILIA (AGRIGENTO), 19 FEB - La violenza sulle donne è il tema di "Stranieri familiari", lo spettacolo di Domenico Bravo interpretato da Viviana Lombardo, in scena sabato 20 febbraio alle ore 20:30 per la stagione del Teatro L'Idea di Sambuca di Sicilia. Il progetto nasce da un'idea di Viviana Lombardo; il titolo si riferisce chiaramente a un dato innegabile: la maggior parte dei casi di violenza sulle donne si consuma in famiglia, per mano di parenti, mariti, amanti, compagni, ex, conoscenti. La violenza di genere non è imputabile allo straniero cattivo, perché il "mostro" sta dentro il nucleo base della comunità, la famiglia, e proprio per il suo essere familiare spesso passa inosservata. "Stranieri familiari" è il canto sofferto, a tratti ironico - un'ironia che è leggerezza, levità e delicatezza, non oltraggio o dileggio alla memoria - di vite spezzate, di donne spregiate e sfregiate. Alcuni episodi sono registrazioni pressoché fedeli di fatti di cronaca, altri non sono mai accaduti eppure potrebbero verificarsi. Quelle di cui si parla sono donne comuni, sognanti e ingenue, deluse e spavalde, donne arrabbiate e contraddittorie, non sante o martiri, il cui diritto alla vita non può e non deve per nessuna ragione essere negato. Su un palcoscenico occupato da innumerevoli paia di scarpe, una donna che è tutte le donne si confida, svela, accusa, chiede giustizia senza mai esigere vendetta, indossando di volta in volta un paio di scarpe, che non sono il segno di un vezzo né un simbolo di femminilità, bensì essenza di morte, assenza di vita. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne