Eni: Camusso,avanti mobilitazione a Gela

'Piano azienda per cessione chimica è un danno per il Paese'

(ANSA) - PALERMO, 21 GEN - "Il piano di Eni di cessione della chimica rappresenta un danno per il Paese oltre che una straordinaria preoccupazione per i lavoratori e per gli impianti. Il disimpegno di una delle partecipate pubbliche avrebbe anche un effetto di disimpegno per le aziende che convivono negli stessi poli. Per questo continua la nostra mobilitazione. Grande latitante è il governo". Lo ha detto a Palermo il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ai cronisti parlando della vertenza degli operai del petrolchimico di Gela.
    A chi ha sottolineato che a dicembre del 2014, il piano di riconversione in green raffinery del Petrolchimico ha avuto anche l'ok dei sindacati, Camusso ha risposto: "Guardiamo al futuro. A noi non è estraneo il tema delle trasformazioni in aziende green. Quello che sconcerta e che tutti dicano che stanno facendo quel che devono, ma il risultato è che gli investimenti non stanno andando avanti e gli impegni non si stanno verificando".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Avv. Santo Spagnolo - Studio Legale Spagnolo e associati

Studio legale Spagnolo e associati: Il “Le Fonti award” come miglior team 2017.

Avvocato Santo Spagnolo: “lavorare in sinergia è la nostra forza”.


Dott. Italo Garigale

Studio di chirurgia estetica Garigale: I laser frazionati: l’ultima frontiera della medicina estetica.

Dottor Italo Garigale: la nuova tecnica di ispirazione indiana permette interventi mini invasivi e tempi di recupero record.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere