Mostre: a Palermo le immagini della Siria prima dell'Isis

Gli scatti di Tiziana Gulotta al "Moltivolti" fino al 17 gennaio

(ANSA) - PALERMO, 05 GEN - C'è il suq Al-Hamidiya, cuore pulsante della città vecchia, popolato da donne nei loro hijab, il copricapo delle donne musulmane; ci sono gli ambulanti che vendono succo di melograno, pannocchie e fichidindia. Ed ancora la moschea degli Ommayyadi, definita la quinta meraviglia e simbolo di sincretismo religioso; lo storico caffè Nofara, il più antico di Damasco, e scene di vita familiare in cui generazioni differenti si riuniscono nei cortili delle antiche dimore damascene per la pulitura delle bamie o okra, una verdura molto apprezzata in Medio Oriente che si gusta con carne o riso.
    Scene di vita quotidiana in Siria prima del conflitto scoppiato nel 2011, raccontate in ventisette scatti nell'ambito della mostra fotografica dal titolo "Sirya 99 reportage" vintage kodak film, della giornalista Tiziana Gulotta selezionati dalla storica dell'arte Erminia Scaglia, curatrice della mostra. In esposizione fino al 17 gennaio nel centro polifunzionale "Moltivolti", (via M.Puglia 21) a Ballarò, il reportage "on the road" di Tiziana Gulotta tra il 1994 e il 1999, sotto il regime di Hafez Assad, quando tuttavia era ancora possibile per gli stranieri soggiornare e visitare la capitale siriana. A distanza di venti anni, la mostra offre una emozionante riflessione su un Paese di grande importanza storica in mano all'Isis che ha già annunciato di voler distruggere una delle città simbolo della cultura dell'umanità. Si tratta di foto lontane dal reportage sensazionalistico che sono un invito a rivolgere lo sguardo alla normalità e alla poesia di questo Paese medio orientale, meta di archeologi e linguisti di tutto il mondo. Damasco, fondata attorno al 2500 avanti Cristo, si pensa sia, tra le città ancora abitate, la più antica del mondo.
    Conflitti e spargimenti di sangue non sono una novità per la Siria: sin dall'antichità, il Paese, infatti, è stato oggetto di conquista da parte di Fenici, Assiri, Babilonesi, Persiani, Greci, Romani, Mongoli e Turchi ottomani. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere