Sequestrati 35 kg di pesce non in regola

Operazione della Guardia Costiera a Porto Torres

 Trentacinque chilogrammi di pescato non in regola con le norme di tracciamento e di conservazione sono stati sequestrati nel fine settimana dalla Guardia costiera di Porto Torres. I militari hanno concluso un'operazione di controllo che ha riguardato ristoranti, centri di distribuzione, pescherie e imbarcazioni da pesca che operano nel golfo dell'Asinara.

In un ristorante di Castelsardo sono stati trovati e sequestrati 10 kg di polpi di cui era sconosciuta la provenienza e quindi ritenuti non idonei alla consumazione. Il titolare del locale è stato sanzionato con una multa di 1.500 euro. In un deposito alimentare della zona industriale di Predda Niedda, a Sassari, la Guardia costiera ha sequestrato 15 kg di orate per le quali non era stato seguito il protocollo di conservazione, poiché sono risultate congelate senza la preventiva ed obbligatoria procedura di abbattimento. Anche in questo caso al titolare dell'azienda è stata comminata una sanzione di 1.500 euro.

Infine altri 10 kg di pesce di vario genere sono stati sequestrati a due pescatori sportivi nella zona della diga foranea, nel porto industriale di Porto Torres: i due trasgressori sono stati multati con una sanzione di 1.000 euro a testa.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie