Mater Olbia: intesa per arrivare a 17mln

Firma su contratto con Ats Sardegna per servizi in convenzione

Cinque milioni subito per il 2019 e garanzie per arrivare a breve a 17 milioni contro i 25 già stanziati dal Consiglio regionale della Sardegna, tetto massimo previsto per l'esborso di denaro pubblico. Sono i punti dell'accordo che hanno consentito la firma, sofferta, per l'avvio al Mater Olbia delle prestazioni ospedaliere e specialistiche in regime di convenzione. L'atto è stato sottoscritto oggi dai vertici dell'Ats, l'azienda unica della Sardegna, e quelli dell'ospedale privato del Qatar, gestito dalla Fondazione Gemelli di Roma. Eventuali economie derivanti dalle prestazioni non effettuate saranno riversate nel bilancio della Regione sarda.

La trattativa sul contratto si era arenata nei giorni scorsi proprio sul corrispettivo da riconoscere al Mater, aperto dal mese di luglio di quest'anno. Ora la svolta, seppur con un accordo in due tempi. "Non abbiamo mai avuto dubbi sul fatto che l'interlocuzione col Mater Olbia avrebbe avuto esito positivo. Adesso si potrà proseguire nella direzione che avevamo fissato - spiega l'assessore della Sanità, Mario Nieddu - Già nell'incontro tra Ats, assessorato della Sanità e i rappresentanti del Mater Olbia si era concluso positivamente con un accordo propedeutico alla stipula del contratto, la cui firma è arrivata oggi. Si va avanti, quindi - sottolinea l'esponente della Giunta Solinas - e auspichiamo che il nuovo ospedale possa iniziare a lavorare a pieno regime mantenendo le alte aspettative del territorio e di tutta l'Isola, in particolare per ciò che riguarda l'abbattimento delle liste d'attesa e della mobilità passiva".

RAIMONDI, ORA ENTRIAMO A PIENO REGIME - "Esprimiamo soddisfazione per l'accordo raggiunto grazie al quale l'attività assistenziale del Mater Olbia entra definitivamente a pieno regime". Così l'amministratore delegato, Giovanni Raimondi, commenta l'intesa sottoscritta oggi con l'Azienda per la tutela della salute della Sardegna (Ats). "Il Mater Olbia, che ha iniziato la sua attività già dall'1 luglio scorso, sta raccogliendo forti segnali di interesse da tutto il territorio della Gallura e dall'intera regione - sottolinea Raimondi - conquistando giorno dopo giorno la fiducia dei cittadini che vi si rivolgono.

Ciò è reso possibile grazie al proficuo rapporto intrattenuto con le istituzioni, in primis l'assessorato della Sanità. Il Mater Olbia si pone infatti come un tassello del sistema sanitario sardo con l'obiettivo prioritario di contribuire al suo ulteriore sviluppo, nell'interesse di tutta la popolazione". "Un ringraziamento particolare - prosegue l'ad - va anche ai quasi 200 collaboratori del Mater Olbia che in questi mesi con impegno e dedizione hanno reso possibile la delicata fase di start-up. Qatar Foundation e Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS continueranno a sostenere con convinzione lo sviluppo del Mater Olbia che ad oggi ha comportato investimenti per oltre 130 milioni di euro".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere