Aggressione dopo incidente, un arresto

Coetaneo picchiato davanti a Tribunale Cagliari, è grave

Un piccolo incidente stradale si è trasformato in una brutale aggressione, questa mattina, davanti al Tribunale di Cagliari. Un 19enne è stato ricoverato in ospedale in prognosi riservata, mentre un suo coetaneo, Michele Angius, è stato arrestato dalla Polizia per lesioni gravi. L'episodio è avvenuto intorno alle 8.30, quando al 113 sono arrivate diverse telefonate per segnalare un violento litigio di fronte al Palazzo di Giustizia.

Sul posto sono giunti gli agenti della Volante. Michele Angius era già stato immobilizzato da alcuni dei testimoni, l'altro ragazzo invece era a terra. Dai successivi accertamenti è emerso che poco prima i due, al volante delle rispettive vetture, avevano avuto un diverbio per una mancata precedenza in viale Cimitero, finita con un tamponamento. Entrambi gli automobilisti avevano poi ripreso la corsa, ma Angius ha deciso di inseguire l'auto del 'rivale' bloccandola all'altezza del Tribunale. Una volta sceso dalla macchina, si è scagliato contro il 19enne - riferiscono i testimoni - colpendolo al volto con schiaffi e pugni, fino a fargli perdere l'equilibrio.

Nella caduta l'aggredito ha battuto la testa sullo spigolo del marciapiede ed è stato soccorso dalle persone che avevano assistito al pestaggio. Nel frattempo, Angius è stato bloccato sino all'arrivo della Polizia. Inizialmente le condizioni del ferito non sembravano gravi, ma quando è arrivato al pronto soccorso dell'ospedale Brotzu, il quadro clinico è peggiorato ed è stato ricoverato per un trauma cranico e una frattura occipitale: la prognosi è riservata. L'aggressore è stato arrestato e per lui sono stati decisi i domiciliari.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere