Dal web un aiuto agli studenti pendolari

Nasce Portale della Mobilità Studentesca, 4000 alunni coinvolti

 Ritardi, bus strapieni, frequenze da rivedere. Per questi e altri problemi ora c'è un punto di contatto e di incontro tra le richieste degli studenti pendolari e l'offerta trasporti. Tra gli obiettivi c'è anche quello di continuare la lotta contro la dispersione scolastica. Ora c'è il nuovo Portale della Mobilità Studentesca: è stato presentato ieri all'Istituto Superiore "Besta" di Assemini.

"Attraverso questo portale web - ha spiegato il sindaco Paolo Truzzu - la Città metropolitana di Cagliari punta a raccogliere tutti i dati necessari per facilitare e rendere più efficiente il trasporto pubblico locale. Invito studenti ed istituti scolastici ad aderire a questo progetto, in quanto per noi è importante adottare tutti gli strumenti necessari per agevolare i ragazzi nel percorrere il tragitto casa scuola, ottimizzando così i tempi".

Per la realizzazione del Portale è stato avviato un progetto pilota, attualmente in corso, su un campione di 3983 alunni che frequentano quattro istituti. Si tratta del Liceo Scientifico Pacinotti, Istituto tecnico nautico/industriale Buccari - Marconi, istituto tecnico commerciale Pietro Martini, Istituto Tecnico Economico Tecnologico Primo Levi. Gli obiettivi principali: favorire la conoscenza delle diverse opzioni di trasporto pubblico, scoraggiare l'uso dell'auto privata, coordinare orari dei mezzi con quelli delle scuole, ridurre percorsi e tempi delle corse destinate alla mobilità studentesca.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere