Prime multe in spiagge sarde a chi fuma

50 euro di sanzione a 12 turisti sul litorale di Castiadas

Fioccano multe sulla prima spiaggia del sud Sardegna dove è stato istituito il divieto di fumo. Lo racconta il quotidiano L'Unione Sarda dando conto del bilancio dell'attività ispettiva svolta dai vigili urbani sul litorale di Castiadas per volontà del sindaco Eugenio Murgioni. Il blitz è scattato domenica scorsa sulle spiagge di Cala Sinzias, Cala Pira, Villa Rei e Monte Turno. Dodici complessivamente le sanzioni elevate per un importo di 50 euro a testa. Multati bagnanti sardi, turisti lombardi e stranieri.

L'ordinanza firmata dal sindaco è entrata in vigore ad aprile ma nessuno, nonostante i cartelli informativi, si era mai preoccupato di farla rispettare. "Purtroppo - spiega il primo cittadino - molti turisti, anche in presenza di cartelli in bella vista, continuano a fumare in spiaggia. In questi giorni ho ricevuto molte lamentele e segnalazioni da parte di chi aveva scelto Castiadas anche per l'ordinanza che vieta la sigaretta. A questo punto era doveroso intervenire. L'obiettivo - ribadisce Murgioni - è ridurre il fumo passivo e l'accumulo di mozziconi in spiaggia". I vigili hanno agito in divisa ma per i prossimi controlli gli agenti saranno in borghese. Il divieto vale ovunque tranne che nei chioschi o per chi usa la sigaretta elettronica.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere