Cabaret al Parco, a Sarroch Gene Gnocchi

Sul palco anche Cullin, LucidoSottile, Villa e comici di Zelig

Cinque serate all'insegna della comicità. Si rinnova a Sarroch tra il 14 luglio e il 23 agosto "Cabaret al Parco 2.0". Appuntamento all'Anfiteatro del Parco pubblico, alle 21.30. In cartellone lo scanzonato "Sconcerto Rock" di Gene Gnocchi, l'ironia surreale e "impegnata" di Jacopo Cullin, la miscela di serietà e leggerezza "politically incorrect" delle LucidoSottile, poi Debora Villa e lo "Zelig Live Show" con Vincenzo Albano, Cinzia Marseglia e Daniele Raco.
    Mancava da 12 anni la rassegna organizzata dal Forma e Poesia nel Jazz guidata da Nicola Spiga. Il 23 agosto arriva Gene Gnocchi e il suo "Sconcerto Rock". Nella doppia veste di attore e cantante, accompagnato da Diego Cassani alla chitarra, il comico emiliano indossa i panni di "The Legend", una matura rockstar che torna sul palco per quello che dovrebbe essere un grande concerto celebrativo ma si trasforma in un disastro.
    La rassegna si apre domenica 14 con Jacopo Cullin con il suo nuovo e fortunato spettacolo "È inutile a dire!". L'attore di teatro, cabaret e cinema, apprezzato anche sul grande schermo ("La stoffa dei sogni", di Gianfranco Cabiddu, e come protagonista in "L'uomo che comprò la luna" di Paolo Zucca) farà rivivere i suoi personaggi affiancato da Gabriele Cossu e, per la parte musicale, da un decano dello spettacolo in Sardegna come Giampaolo Loddo. L'1 agosto è la volta delle LucidoSottile - Michela Sale Musio e Tiziana Troja - e il loro "Dissacrantemente Lucide Lucidissime". L'8 agosto arriva l'attrice milanese Debora Villa con il suo recital "Venti di risate". Serata all'insegna di Zelig, il 16 agosto con Vincenzo Albano, Cinzia Marseglia, Daniele Raco.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere