Europee: votanti Sardegna in calo, 36%

Si profila Lega primo partito, seguono M5s e Pd

In calo di quasi sei punti percentuali l'affluenza alle urne per le europee in Sardegna. Alla chiusura dei seggi, alle 23 i votanti arrivano al 36,2%, mentre nel 2014 era stata raggiunta la soglia del 42%.

I dati sugli scrutini sono fermi finora a 282 sezioni su 1840 presenti nell'Isola. Confermando il trend nazionale la Lega si profila essere il primo partito con il 28,1%. Un importante salto in avanti per il Carroccio che nel 2014, quando come Lega Nord era insieme a Die Freiheitlichen e Basta Euro, aveva ottenuto appena l'1,4%. Subito dietro un temporaneo testa a testa tra Movimento Cinquestelle, che perde circa 5 punti, appestandosi poco sopra il 25%, e il Partito democratico, che segue a ruota al 25%. Il Pd, che perde circa il 7% rispetto alle ultime europee, alle regionali di fine febbraio, era risultato essere il primo partito nell'Isola con oltre il 13%.

Dai dati ancora parziali sembra assistere anche ad un crollo di Forza Italia, che passa dal 16,4% del 2014 al 7,4%. Avanza, invece, Fdi che recupera due punti percentuali, dal 3,5% ai 5,8%.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere