Cani in catene e tra rifiuti, denunciato

Blitz guardie eco-zoofile a Siliqua, rischia un anno di carcere

Le guardie eco-zoofile di Fare Ambiente hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Cagliari un ristoratore di Siliqua di 54 anni per "detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze". Sono state anche elevate sanzioni amministrative per oltre 800 euro e ora l'uomo rischia l'arresto sino ad un anno o l'ammenda sino a 10.000 euro.

Gli agenti, al comando del dirigente Federico Steri, hanno trovato, nel giardino del suo ristorante, cinque cani legati con "catene corte" e un altro all'interno di un box. Pur essendo in buon stato nutrizionale le guardie hanno constatato le loro "pessime condizioni igienico-sanitarie: in mezzo ai rifiuti e alle proprie feci che risultavano addirittura stratificate". Non solo: "I ripari risultavano inadeguati o assenti con esposizione per gli animali al sole e agli agenti atmosferici e l'acqua, in alcuni casi, risultava assente o insufficiente e comunque molto sporca, persino melmosa".

Sul posto anche i veterinari della Assl di Cagliari che hanno impartito diverse prescrizioni. A far scattare i controlli delle guardie è stata una segnalazione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere