Mortale sulla 554, indagato un tassista

A luglio morì un 16enne passato col rosso a bivio Quartu

Il tassista cagliaritano Marcellino Ortu, 59 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati dal sostituto procuratore Danilo Tronci con l'ipotesi di omicidio stradale in seguito all'incidente stradale di fine luglio sulla 554 in cui perse la vita il sedicenne William Corona.
    Il magistrato - come anticipa il quotidiano L'Unione Sarda - ha anche chiesto all'ingegnere capo della Motorizzazione civile di Cagliari, Francesco Marongiu, di stabilire la velocità di marcia dei veicoli. Con il suo taxi Mercedes, all'alba del 25 luglio, il conducente indagato si era scontrato con una Fiat Panda che due sedicenni avevano preso di nascosto ai genitori.
    Nell'urto, violentissimo, era morto Corona, ricoverato in gravi condizioni e spirato il giorno dopo al Policlinico di Monserrato. Secondo una prima ipotesi all'origine dell'incidente ci sarebbe stato un semaforo rosso non rispettato dalla vettura con a bordo i ragazzini, ma il pm ha deciso di affidare una consulenza per ricostruire alla perfezione la dinamica dello scontro avvenuto a Quartu Sant'Elena al bivio tra la statale 554 e via Marconi.
    Una camera-car piazzata sul taxi aveva chiarito che non era stato il tassista a passare con il rosso, ma ora la Procura vuole verificare se la velocità dei due veicoli fosse stata regolata per via dell'intersezione, come prevede il Codice della Strada. Per questa ragione, come atto di garanzia, ha indagato il tassista per consentirgli - con gli avvocati difensori Vincenzo Sau e Salvatore Casula - di nominare un proprio esperto. La famiglia di William Corona, il ragazzo deceduto nell'incidente, è invece rappresentata dal legale Riccardo Floris.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere