Narcao blues rende omaggio a New Orleans

Tra ospiti anche Gibbons degli ZZ top, spazio a enogastronomia

Un giro per la Sardegna con una valigia piena di blues. Anteprima a Sennori il primo luglio in uno scenario inconsueto, quello della ex cava del tufo, Spazio particolare perché con vista sul parco dell'Asinara. Poi dal 18 al 21 luglio si va a sud, nel Sulcis, per la partenza vera e propria di Narcao blues. Con una dedica speciale ben sintetizzata nella locandina dell'evento: un omaggio a New Orleans per i trecento anni della città patria del jazz e della "musica del diavolo".

Le note saranno quelle - in due set per quattro serate - degli statunitensi Watermelon Slim, Eric Bibb, Sari Schorr e la Supersonic blues machine con un ospite eccezionale, Billy F. GIbbons, chitarra e voce dei barbutissimi ZZ Top, la James and black R&B band, la cantante e chitarrista serba Ana Popovic, la Band of friends con un omaggio alla musica di Rory Gallagher.  Sono targati Italia il progetto di Mario Insegna Acadian food and strawberry wine e il Bayou moonshiners collective, protagonista dell'anteprima del festival a Sennori, un appuntamento con installazioni, aperitivo con prodotti locali, videoproiezioni.

Un legame da nord a sud, da Sennori a Narcao, all'insegna della musica. Ma anche dell'enogastronomia e del turismo culturale. A Narcao, in particolare, la cornice sarà quella di piazza Europa all'interno di un'area ancora poco battuta dai percorsi turistici, ma considerata una perla per intenditori. Soprattutto per quanto riguarda paesaggi, ospitalità, tradizioni e mangiare bene. Soprattutto nel dopo festival a Santa Croce con LE specialità locali. "È un territorio che sta cercando di recuperare occasioni di sviluppo locale - ha detto Graziano Milia, Fondazione di Sardegna - anche partendo dalla musica".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere