Doping: Joao Pedro, sentenza è rinascita

Brasiliano temeva 4 anni di stop,fermato da Tribunale per 6 mesi

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - "Ero sicuro sin dall'inizio di non aver fatto niente. Questa sentenza per me è come una rinascita, perché dopo la richiesta di quattro anni di squalifica da parte della Procura era una questione umana ancora prima che professionale o di carriera". Così Joao Pedro all'uscita dal Tribunale Nazionale Antidoping che lo ha squalificato per sei mesi (fino a metà settembre 2018). "Hanno creduto che non c'è stata malafede da parte mia, per me già questa è una vittoria - aggiunge il 26enne brasiliano -. È scontato dire che adesso voglio tornare più forte di prima. L'ultima giornata di campionato? Mi spiace non poter aiutare la squadra ma anche senza di me il Cagliari se la caverà alle grande".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere