Moreni, Madama Butterfly opera attuale

La "tragedia giapponese" in scena dal 6 al 15 aprile

"Un'opera di grande modernità e che anticipa la moda del Japonisme". Così la musicologa e critica musicale Carla Moreni ha presentato nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari Madama Butterfly, l'opera in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Illica e Giacosa. La "tragedia giapponese", tra le più rappresentate al mondo e più amate dal pubblico sarà in scena, secondo appuntamento con l'opera, dal 6 al 15 aprile al Lirico di Cagliari, dove è stata rappresentata l'ultima volta nel 2011. "Puccini sceglie un tema scabroso e di urticante attualità: oggi la storia di Butterfly sarebbe stata etichettata come un caso di pedofilia", ha commentato la musicologa. Carla Moreni fa un plauso alla scelta del Teatro Lirico di Cagliari: per una significativa coincidenza con i 150 anni dalla "modernizzazione" del Giappone, mette in cartellone Butterfly, un'opera emblematica che segna l'incontro tra Oriente e Occidente.

"Puccini fa dialogare due mondi distanti inserendo nella partitura elementi sonori che raccontano l'Occidente e in particolare l'America e i temi originali della tradizione giapponese - spiega Carla Moreni - un ordito di colori contrastanti come in un tappeto sardo". L' opera, ambientata a Nagasaki è incentrata sulla storia di Butterfly, giovanissima geisha sedotta dal tenente americano Pinkerton, da lui abbandonata. Per questo la giovane si suicida.

Dopo lo storico fiasco della prima scaligera il 17 febbraio 1904, il successo arriva tre mesi dopo sul palco di Brescia e da allora è un crescendo trionfale. Il regista Aldo Tarabella firma un'affascinante messinscena, moderna, sobria e nel totale rispetto del dettato pucciniano. Sul podio un raffinato interprete quale Donato Renzetti, capace di cogliere tutte le sfumature orchestrali del repertorio di Puccini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere