Sgominata banda traffico droga, 15 fermi

Sardegna spartita in due per spacciare cocaina e eroina

I carabinieri delle compagnie di Carbonia, Cagliari, Nuoro, Lanusei, Sassari, Bonorva, Macomer, Iglesias, San Vito e Quartu in collaborazione con, le unità cinofile, i Cacciatori di Sardegna hanno arrestato 15 persone per associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di droga.

La Banda si era era spartita il traffico di droga in Sardegna, dividendo il territorio in due senza mai pestarsi i piedi, collaborando per far arrivare lo stupefacente dalla Penisola. Da settembre dello scorso anno a febbraio 2018, ha movimentato 85 chili di cocaina e 1,5 chili di eroina. Un'associazione molto pericolosa, come l'ha definita lo stesso comandante provinciale dei carabinieri di Cagliari, Luca Mennitti, che nonostante gli ingenti sequestri di droga portati a termine dai militari, circa 16 chili, continuavano a importarne senza sosta.

Proprio per questa ragione i carabinieri e la Dda di Cagliari sono intervenuti tempestivamente eseguendo 15 fermi. In manette questa mattina sono finiti Sandro Arzu, 49 che insieme ai fratelli Italo, 52, Luca 44 anni, Roberto, 51 e Andrea Ferreli, 41 anni, tutti di Arzana, erano al vertice del gruppo criminale che gestiva il traffico di cocaina nel Sud Sardegna. Nel nord dell'isola lavorava, invece, il gruppo capitanato da Alessandro Ghisu, 30 anni, di Ghilarza fermato insieme agli altri componenti della banda: Pietro Fadda, 32 anni di Alghero, Sebastiano Nuvoli, 33anni di Sindia, Graziano Obinu, 33enne di Nuoro e Giovanni Piu 34 anni, sassarese. In manette anche Bruno Fanni, 60 anni di Tortolì, Salvatore Muntone, 34 anni di Nuoro, Vincenzo Piras 38 anni di Arzana, Alessandro Tedde 32 anni, sassarese, e Luca Zedde, 28 anni di Sorgono.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere