Cantieri LavoRas, verso 3500 assunzioni

Altre 8mila stimati con nuova misura su politiche attive

Entro un mese potrebbero già partire i primi cantieri di Lavoras, il programma plurifondo da 127,7 milioni di euro approvato con la legge Finanziaria e ieri, per la parte che riguarda la misura Cantieri, dalla Giunta regionale. Con successiva deliberazione in programma martedì prossimo l'Esecutivo guidato da Francesco Pigliaru licenzierà anche l'altra misura relativa alle politiche attive e altri interventi specifici.

"Solo la Misura Cantieri - ha spiegato stamattina l'assessore al Bilancio, Raffaele Paci - consentirà l'inserimento al lavoro di 3500 persone, il 3% del numero totale di disoccupati sardi (102mila), pari a un mezzo punto percentuale del tasso di disoccupazione che scenderebbe quindi dal 14,6% al 14,1%. L'attivazione della Misura Politiche dovrebbe riuscire a favorire l'assunzione di altre ottomila persone, incidendo ulteriormente sul tasso di disoccupazione, fino al 13,2%". Ovviamente, ha sottolineato l'assessore, se non varia la congiuntura economica generale.

Il governatore Pigliaru ha parlato di "un grande lavoro di squadra che ci permetterà di trovare soluzioni molto innovative", e ha ricordato, in relazione ai cantieri, che "si tratta di interventi temporanei con lo scopo di dare lavoro, che però determineranno un miglioramento permanente delle condizioni di servizi essenziali". Tutta l'operazione sarà realizzabile "grazie alla rete di centri per l'impiego diffusa in tutto il territorio regionale", ha aggiunto l'assessora al Lavoro Virginia Mura.

STIPENDIO DI 800 EURO E 8 MESI DI LAVORO. Ambiente e dissesto idrogeologico, beni culturali e archeologici, edilizia, reti idriche, valorizzazione attrattori culturali, patrimonio pubblico ed efficientemente delle procedure comunali: sono gli ambiti sui quali potranno essere aperti i cantieri previsti dalla prima misura approvata dalla Giunta nell'ambito del programma LavoRas. La misura approvata dalla Giunta regionale comprende cantieri di nuova attivazione (45,2 mln) e cantieri già operativi (21,2 mln).

La durata prevista per i cantieri è di otto mesi con uno stipendio netto per ogni lavoratore di circa 700-800 euro. Al termine del periodo di occupazione può seguire l'indennità Naspi per altri quattro con un costo di 10.500 euro per ogni lavoratore. Qual è la procedura per far partire un cantiere? Soggetto gestore della Misura è l'Insar, la società in house della Regione che gestirà le risorse finanziare.

L'assistenza tecnica ai Comuni attuatori dei cantieri è affidata all'agenzia Aspal che si occuperà delle attività preliminari alla contrattualizzazione. I centri per l'impiego dovranno invece redigere gli elenchi dei disoccupati per Comuni. Soggetto attuatore dei cantieri sono proprio le amministrazioni locali che possono scegliere anche di delegare l'attuazione ad Unioni di Comuni. Le risorse sono ripartite tra i Comuni sulla base del numero dei disoccupati, in ogni caso è riconosciuto a tutti i Comuni un importo minimo di 12.500 euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere