Premio C.Smeralda,racconti e tutela mare

Prima edizione in programma a Porto Cervo il 28 aprile

Il mare e le sue declinazioni al centro del primo premio letterario Costa Smeralda. Organizzato dal Consorzio omonimo, con il patrocinio del ministero dell'Ambiente, il riconoscimento letterario si terrà a Porto Cervo il 28 aprile, al culmine di una serie di iniziative a favore della valorizzazione e della tutela dell'ambiente marino.

Cultura, ambiente, economia, le materie destinate ad essere elaborate nelle tre categorie Narrativa, Saggistica e Innovazione Blu: quest'ultimo premio sarà assegnato ad un innovatore - ricercatore, imprenditore, amministratore - che abbia saputo intraprendere concretamente nuove strade per la salvaguardia del mare. Inoltre, un premio speciale sarà assegnato dal pubblico ad uno tra i premiati delle tre sezioni.

"Il mare da raccontare e tutelare: è in questa dimensione che verranno scelti e premiati saggi romanzi e ricerche capaci di promuovere concretamente un maggiore rispetto della risorsa", spiega Beatrice Luzzi, direttrice artistica del Premio. La giuria sarà composta da esponenti del mondo culturale e scientifico come la presidente onoraria, la conduttrice di Linea Blu Donatella Bianchi, lo scrittore Umberto Broccoli, la giornalista Alessandra Sardoni, i ricercatori Mario Tozzi e Alessio Satta.

Emblematica la data scelta per l'iniziativa, il 28 aprile, che coincide con "Sa die de sa Sardigna" e anche con l'apertura della stagione turistica. Il premio sarà anticipato da un weekend ad alto impatto sociale dedicato alla sostenibilità ambientale (21-22 aprile 2018). Associazioni, residenti, studenti, consorziati e Comune saranno tutti coinvolti nella bonifica degli arenili della costa dalla plastica. Una iniziativa che culminerà con una performance artistica attraverso il riutilizzo del materiale raccolto nelle spiagge.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere