Fisco: arrestato funzionario Entrate

Operazione GdF Sassari, nei guai altre tre persone

Con la compiacenza di un funzionario dell'Agenzia delle entrate avevano messo su un castello di società di comodo per evadere tasse e Iva per un valore di 7,7 milioni di euro. Quattro persone sono state arrestate questa mattina dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico finanziaria della Guardia di Finanza di Sassari a conclusione dell'operazione "Ruote pulite".
    I militari, guidati dal tenente colonnello Marco Sebastiani, su disposizione del Gip del tribunale di Sassari, Michele Contini, hanno notificato gli arresti domiciliari a due coniugi imprenditori, titolari della ditta di trasporti Fara, e a un prestanome; al funzionario ex Equitalia, è stato invece notificato l'obbligo di dimora.
    Le Fiamme gialle questa mattina hanno perquisito i locali della ditta nella zona industriale di Truncu Reale e hanno messo sotto sequestro beni mobili e immobili, oltre a diversi conti correnti intestati agli arrestati e alle società coinvolte.
    In base alle verifiche fiscali portate avanti dai finanzieri anche nei confronti di un'impresa fallita, è emerso che gli imprenditori arrestati, con la complicità del funzionario dell'Agenzia delle entrate, avevano creato e gestivano in maniera occulta diverse società di comodo, intestate a un prestanome, che usavano per l'emissione di fatture su operazioni inesistenti. Le società venivano poi svuotate di ogni attività e trasferite in paesi extracomunitari per sfuggire ai controlli fiscali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere