Cassani, 2018 sarà l'anno di Fabio Aru

Il ct all'Università di Sassari, "Giro d'Italia può essere suo"

"Il 2018 sarà l'anno di Fabio Aru". Parola del ct della nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani, oggi a Sassari per "Il talento al servizio della squadra", il convegno su ciclismo e giornalismo sportivo organizzato dall'Università. "Aru ha vinto una Vuelta e un campionato italiano, ha indossato la maglia gialla, è stato protagonista al Tour de France, penso che per avere la consacrazione definitiva debba vincere un Giro d'Italia e penso che abbia le capacità per farlo", ha detto il commissario tecnico, ospite d'onore col giornalista Francesco Pancani.

"Penso che questo sia un anno importante per Fabio - prosegue Cassani - ha cambiato squadra, ha nuovo entusiasmo e dall'ultima esperienza al Tour de France ha imparato tanto, anche a sopportare le pressioni". Considerazioni fatte a margine dell'incontro con gli studenti, cui il commissario tecnico ha fornito la sua ricetta di sport e spirito di squadra.

"Fabio al Giro è già stato protagonista, è già arrivato secondo e terzo, penso che adesso sia pronto per vincere, anche perché secondo me ha le capacità per farlo e ha anche una squadra giusta per poter ambire al successo - conclude l'ex ciclista - certo contro Froome non sarà semplice perché nella tappa a cronometro il britannico potrebbe rifilargli due o tre muniti, ma ci sono anche le salite per recuperare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere