Tanti baci per dire No a violenza donne

Campagna coordinamento 'Diritti al cuore', anche flash mob il 25

Un'invasione di baci per dire No alla violenza contro le donne. È la campagna promossa attraverso una serie di manifesti murari dal coordinamento "Diritti al cuore - Doc, Diritti, orgoglio, cittadinanza". I cartelli appariranno fino al 27 novembre nelle vie del centro di Sassari.

È una campagna di sensibilizzazione in vista della "Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne", che si celebrerà il 25 novembre e a Sassari culminerà alle 19 in piazza Santa Caterina con il flash mob "#lunicosegnochevoglio".

Come spiegano i promotori dell'iniziativa, "rivendichiamo serie politiche di contrasto della violenza di genere, mettendo l'accento sui percorsi di educazione all'affettività, al rispetto e alle differenze". Secondo loro, "non può mancare il sostegno alle strutture di prima assistenza e di accoglienza delle vittime, che non devono avere paura di denunciare, ma per interrompere la spirale della violenza maschile sulle donne occorre una cultura differente". Ecco perché ricorrere al messaggio d'amore per eccellenza, il bacio: "L'amore non c'entra col possesso, la prevaricazione, la violenza psicologica, fisica e sessuale. Vogliamo dirlo con un bacio, simbolo di affetto sincero, rispetto, condivisione, empatia", è la spiegazione alle foto di Paola Rizzu per la grafica di Alberto Paba.

La campagna è sostenuta da Amnesty International Sassari, Acos, Alisso, Andalas De Amistade, Anpi provinciale, Arci, Camera commercio Nord Sardegna, Cgil, CulTurritana, Emergency, Flc Cgil, Franco Mura Onlus, Giusta, Movimento Omosessuale Sardo, Musica Noa, noiDonne 2005, Ponti non Muri, S'Arza Teatro, Sioux, Udu, Voce Amica, Zoe - Progetto antispecista.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere