Centrodestra, PdS apre crisi maggioranza

"Maggioranza allo sfascio e Giunta fallimentare, presto al voto"

(ANSA) - CAGLIARI, 12 OTT - "Lo strappo del Partito dei Sardi sulla vertenza accantonamenti apre di fatto una crisi nella maggioranza, e nemmeno così facile da risolvere". Il centrodestra cavalca l'attacco del Pds al presidente Pigliaru, dopo che la Regione ha ribadito la volontà di dimezzare gli oltre 600 milioni di risorse regionali trattenute dallo Stato.
    "Il secondo partito di maggioranza ha detto cose gravissime che nemmeno noi ci siamo mai permessi di dire - ha sottolineato la vicecapogruppo di Forza Italia, Alessandra Zedda - adesso dovrebbe solo dimostrare di essere coerente perché non si può essere nello stesso tempo partito di lotta e di governo". Allo stesso modo il capogruppo Pietro Pittalis ha parlato di "una maggioranza allo sfascio: Pigliaru e Paci sono inaffidabili anche per il Partito dei Sardi".
    A riunire gli esponenti dell'opposizione per fare il punto sulla questione accantonamenti è stato questo pomeriggio il coordinatore Fi, Ugo Cappellacci. L'ex governatore ha prima ripercorso le tappe della vertenza mettendo in evidenza il ricorso presentato dalla sua Giunta nel 2013, poi ritirato dalla Giunta Pigliaru in seguito all'accordo Paci-Padoan. "Abbiamo un Governo che sino a oggi ha imposto la linea al presidente della Regione Francesco Pigliaru - ha denunciato - una linea assai conveniente perché la rinuncia ai nostri ricorsi è valsa per il governo circa 3,3 mld di euro, oggi Pigliaru fa finta di indossare l'armata del guerriero e va a Roma per rivendicare appena 300 milioni, mi pare che sia un risultato che se anche arrivasse sarebbe penoso. Inoltre stanno già pensando a una proroga visto che parlano di accantonamenti per i prossimi 5 anni".
    Secondo il capogruppo dei Riformatori, Attilio Dedoni, ciò che accade adesso "è solo l'effetto negativo dell'accordo Paci-Padoan del 2014". Gianluigi Rubiu, capogruppo Udc, ha parlato di "fallimento evidente di questa Giunta, ora con una maggioranza così sbilanciata può accadere davvero l'imprevedibile". Magari, ha concluso Angelo Carta, capogruppo Psd'Az, "insieme alle politiche potremmo andare a votare anche per le regionali".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere