Meridiana: Qatar Airways rileva il 49%

Ceo Al Baker, supporteremo crescita competitività in Ue

Accordo fatto: Qatar Airways ha acquisito il 49% di AQA Holding, il nuovo azionista di controllo di Meridiana Fly. L'operazione è stata perfezionata oggi e ha raccolto il plauso di politica e sindacati, impegnati da anni in una lunga vertenza per la compagnia aerea fondata 50 anni fa in Costa Smeralda dal principe Karim Aga Khan.

"Siamo lieti di aver completato questa importante partnership, che supporterà la crescita di competitività di Meridiana nel mercato europeo - ha dichiarato il Ceo di Qatar Airways, Akbar Al Baker -. Siamo impazienti di lavorare insieme per rafforzare la posizione della Compagnia, per offrire ulteriori connessioni con l'Italia, l'Europa, gli Stati Uniti ed altre ancora". Subito dopo il closing, l'assemblea di AQA Holding e di Meridiana ha nominato i componenti del nuovo Cda: il presidente di Alisarda Marco Rigotti è stato nominato presidente di AQA Holding, mentre Francesco Violante è il nuovo presidente di Meridiana.

Il Piano industriale e la nomina dell'Ad verranno comunicati in seguito. Nel frattempo Rigotti, in qualità di vicepresidente del Cda, manterrà le deleghe esecutive della società. "Sono grato al Ministro dei Trasporti Graziano Delrio per il suo instancabile e determinato supporto e incoraggiamento, e per aver creduto fortemente nel progetto - ha dichiarato Rigotti - Siamo entusiasti di iniziare a lavorare con Qatar Airways, giudicata la migliore compagnia aerea del mondo. Stiamo lavorando ad un business plan molto ambizioso con l'obiettivo di offrire ai passeggeri nuove destinazioni e il più alto livello di soddisfazione".

Soddisfazione per il closing dalla Farnesina. "Durante i miei recenti colloqui con le autorità del Qatar - ha sottolineato il ministro degli Esteri Angelino Alfano - ho dato impulso al partenariato economico tra i due Paesi in settori strategici, con importanti investimenti nei due sensi e l'ulteriore sviluppo della collaborazione tecnologica". E il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, aggiunge: "Siamo molto felici che si sia concluso positivamente il piano Meridiana-Qatar Airways, che significa nuove prospettive di sviluppo non solo per la Sardegna ma per la mobilità aerea italiana, grazie agli investimenti che arriveranno. Si restituisce sicurezza ai lavoratori e possibilità di nuova occupazione".

Soddisfatti anche i sindacati, che auspicano però che "la nuova società Aqa mantenga la sua centralità a Olbia e in Sardegna in termini di attività di volo, di settore manutenzioni e amministrazione". Il nuovo piano industriale dovrebbe prevedere il rinnovo dell'intera flotta con 25 aerei, tra Boeing 767 e Boeing 737, che potrebbero diventare 50 nell'arco dei prossimi cinque anni.

Un accordo arrivato dopo anni di un'estenuante vertenza. Sono stati licenziati 400 lavoratori, in gran parte assistenti di volo. Una cura dimagrante, posta come condizione da Qatar Airways per il via libera all'unione e fortemente osteggiata dai dipendenti che hanno portato avanti una lunga protesta diventata celebre come la lotta delle "magliette rosse". I lavoratori hanno sfilato di fronte ai palazzi del Governo, portando il loro appello anche di fronte al Papa. L'iniziativa più clamorosa è stata quella del comandante Andrea Mascia e dell'assistente di volo Alessandro Santocchini che per 50 giorni hanno vissuto a 40 metri di altezza sopra una torre faro dell'aeroporto di Olbia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere