Fluorsid: sequestrata cava a Monastir

Provvedimento dopo i primi interrogatori dei 7 arrestati

(ANSA) - CAGLIARI, 19 MAG - Arrivano i primi sviluppi nell'inchiesta sulla Fluorsid di Macchiareddu, nella zona industriale di Cagliari, che martedì ha portato agli arresti sette persone, fra cui alcuni dei vertici dell'azienda, per associazione a delinquere, inquinamento e disastro ambientale.
    Gli agenti del Corpo forestale hanno sequestrato una cava a Monastir, nel cagliaritano. All'interno sarebbero stati gettati cemento e altri scarti di lavorazione probabilmente provenienti dalla Fluorsid, estintori e addirittura un camion.
    Il provvedimento preso dalla Forestale dopo gli interrogatori di Simone Nonnis, di 42 anni, ex dipendente della Ineco, e Marcello Pitzalis, di 43, che nella stessa ditta è subentrato al primo nel gennaio 2016 nelle funzioni di capocantiere per lo smaltimento di scarti della produzione. I due sono stati sentiti a lungo dal pm Marco Cocco che coordina le indagini e dal gip Cristina Ornano e avrebbero fornito elementi utili. Oggi gli altri interrogatori. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere