Pietro Grasso a "Leggendo metropolitano"

Festival a Cagliari sul tema della memoria e dell'oblio

Il presidente del Senato Pietro Grasso arriva a Cagliari. Ospite del festival "Leggendo Metropolitano", in programma dall'8 all'11 giugno, l'ex Procuratore nazionale Antimafia, a 25 anni dalle stragi di Capaci e via d'Amelio, rievocherà attraverso il suo nuovo libro, "Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia" (Feltrinelli), le vicende di quattro decenni di lotta a Cosa Nostra.

L'appuntamento è per sabato 10 giugno alle 20.30 ai Giardini Pubblici. E' uno dei momenti più attesi del festival che torna a Cagliari per 'abitare' gli spazi anche del Teatro Civico di Castello. Nutrito il parterre con personalità del panorama nazionale e internazionale. Quattro giornate, oltre 50 incontri e più di 70 ospiti, scandite da presentazioni e incontri con gli autori, cuore della manifestazione organizzata dall'associazione Prohairesis.

Tra i nomi in cartellone il premio Strega Edoardo Albinati, la neuroscienziata Premio Leibniz Hannah Monyer e Derrick de Kerckhove, erede intellettuale di Marshall McLuhan. Il filo conduttore del festival è "Tra la memoria e l'oblio" declinato attraverso letteratura, scienza, tecnologia, filosofia, politica. Il fitto programma si snoda tra dibattiti, lezioni magistrali, laboratori, mostre e concerti. Si parlerà di mafia anche con il giornalista Lirio Abbate.

Tra gli ospiti il tedesco Emanuel Bergmann, Carmine Abate, Gianni Biondillo e lo spagnolo Sergio del Molino. Poi ancora, l'esperto di storytelling Christian Salmon, Maurizio Bettini, Maurizio Ferraris, Marco Belpoliti, che ricorda Primo Levi in occasione dei trent'anni dalla morte, Franco Lo Piparo, con un intenso intervento sul pensiero di Antonio Gramsci, ed Elena Loewenthal, che interviene in maniera controcorrente sulla Giornata della Memoria.

"Un programma ricco e necessario per sviluppare un tema importante come la Memoria", ha sottolineato il direttore artistico Saverio Gaeta. Numerosi anche gli eventi collaterali, tra cui spicca il laboratorio Biblioteca Vivente: buona prassi del Consiglio d'Europa per ridurre i pregiudizi e favorire il dialogo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere