Echi Lontani, rassegna di musica antica

Melodie con strumenti storici fra Medioevo e Settecento

Tre mesi di note d'altri tempi. Da oggi, in concomitanza con la Giornata europea della musica antica, al 25 giugno a Cagliari concerti, presentazioni, tavole rotonde e danza barocca per riscoprire il fascino di suoni e melodie, soprattutto dal Medioevo e al tardo Settecento. È la 23/a edizione del festival Echi Lontani, organizzata dalla omonima associazione in collaborazione con il Conservatorio, la fondazione di ricerca Siotto e l'associazione culturale Le Officine.

Festival di questo tipo - hanno spiegato gli organizzatori - in Italia ce ne sono solo sei-sette, una settantina in Europa. Direzione artistica affidata a Dario Luisi, violinista genovese grande esperto di musica di qualche secolo fa. Fra gli ospiti gli ensemble La Girometta, Quoniam, Soavi affetti, la cantante arpista Tanja Vogrin, la danzatrice Ilaria Salinato, i direttori di festival Enrico Bellei e Maria Federica Castaldo.

"Siamo contenti - ha affermato il presidente del Conservatorio, Gianluca Floris - di agevolare la collaborazione tra associazioni". Uno stimolo dal Comune: "Invitiamo gli organizzatori - ha detto l'assessore comunale della Cultura, Paolo Frau - a preparare anche qualche evento per luglio per il programma estivo che stiamo allestendo nei luoghi più belli e suggestivi della nostra città". Musica anche in palazzi e chiese storiche. Da Santa Maria del Monte a Santa Chiara passando per San Michele in Stampace. Attraversando anche altri eventi: dalla Pasqua a Cagliari a Sant'Efisio sino alla XXI edizione di Monumenti aperti.

Musica eseguita rigorosamente con strumenti storici: concerti dedicati anche a Monteverdi, Telemann, Froberger. Partenza stasera con l'ensemble Articoolazione a Palazzo Siotto. Sabato doppio appuntamento: incontro dibattito al Salone del palazzo regio su "Stato della musica antica in relazione con festival e organizzazioni didattiche e di ricerca" e concerto dedicato a Haydn con Fernando De Luca al clavicembalo e Francesco Giammarco al fortepiano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere