Ha malore a un posto di blocco e muore

Fermato per un controllo dai carabinieri in via Campania

Si è sentito male durante un normale controllo ad un posto di blocco e nonostante i carabinieri abbiano cercato di rianimarlo, il suo cuore ha smesso di battere. Un medico di 64 anni è morto questa mattina a Cagliari. Il fatto è avvenuto in via Campania.

L'uomo si trovava in auto ed è stato fermato per un normale controllo stradale dai militari del Radiomobile mentre si recava a lavoro. Mentre esibiva i documenti di guida si è sentito male, una fitta al petto. I carabinieri lo hanno subito soccorso, sul posto è arrivata un'ambulanza del 118, ma nonostante l'intervento tempestivo dei medici per l'uomo, che già in passato aveva avuto problemi cardiaci, non c'è stato nulla da fare.

VITTIMA ERA UN MEDICO FINITO NEI GUAI PER TRUFFA - Era finito agli arresti domiciliari nel 2014 nell'ambito dell'operazione condotta dal Nas di Cagliari sulla maxi truffa legata alle protesi acustiche, Giuseppe Lo Nardo, il medico di 64 anni morto questa mattina per un infarto mentre consegnava i documenti ai carabinieri durante un posto di blocco in via Campania.

L'uomo si stava recando al lavoro ed è stato fermato per un normale controllo stradale. Ha consegnato la patente e stava prendendo il libretto di circolazione dell'auto quando ha accusato una fitta al petto e si è accasciato al suolo. I militari lo hanno soccorso immediatamente. Sul posto è anche arrivato il 118, ma ogni tentativo dei medici di rianimarlo si è rivelato inutile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere