Scuola: Segariu protesta a Villa Devoto

Da una settimana in assemblea, "scuola elementare deve riaprire"

Dopo Goni anche le mamme e i bambini di Segariu in piazza a Cagliari contro la chiusura della scuola elementare e l'accorpamento delle classi con quelle di San Basilio, a tre chilometri dal paese. A distanza di una settimana dall'autogestione del plesso scolastico, i genitori e il sindaco di Segariu, Andrea Fenu, si sono presentati a Villa Devoto per chiedere un incontro con il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e sollecitare la riapertura della scuola.

"Dallo scorso anno l'assessore Firino ci aveva promesso la riapertura delle classi a Segariu se fossimo rientrati nei parametri minimi del numero degli alluni, oggi sono 42 i bambini che potrebbero frequentare le elementari nel proprio paese - dicono i genitori - invece siamo stati dirottati a Furtei in una struttura troppo piccola per ospitare gli alunni di entrambe le cittadine".

"Inoltre c'è il problema del trasporto - proseguono - l'anno scorso il Comune ha fatto fronte agli spostamenti affittando uno scuolabus con 50 mila euro ma quest'anno siamo senza mezzo. Vogliamo che in paese resti qualcosa, altrimenti continueremo a parlare di spopolamento delle zone interne".

Il sindaco Fenu e una delegazione di genitori sono stati ricevuti dal Capo di Gabinetto della presidenza della Giunta, Filippo Spanu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere