Eurallumina: sit-in per rilancio azienda

Operai in mobilitazione permanente davanti assessorato Ambiente

Giornata decisiva per il futuro di Eurallumina: è atteso per oggi, infatti, il deposito delle integrazioni e degli studi richiesti all'azienda dal Servizio di valutazione impatto ambientale dell'assessorato regionale dell'Ambiente in merito al progetto di ripresa produttiva dello stabilimento di Portovesme. In questo momento delicato i lavoratori e la Rsu si sono ritrovati a Cagliari, davanti alla sede dell'assessorato, per sollecitare un "definitivo e positivo esito del procedimento in capo al servizio Sva e alla ex Provincia Carbonia Iglesias".

"Siamo pronti a dare una ulteriore spinta affinché il verdetto non ci veda penalizzati - dicono i lavoratori -. Il livello della mobilitazione permanente verrà adeguata a seconda del risultato che ne scaturirà".

In linea con questa mobilitazione permanente, oggi il presidio sfida anche le avverse condizioni meteo annunciate con un'allerta meteo che proseguirà sino al pomeriggio. In effetti la mobilitazione che non si è mai fermata sia gli allerta meteo invernali sia con i 40 gradi estivi, evidenziando così la determinazione di una lotta per l'affermazione del diritto al lavoro delle tute verdi sulcitane.

Gli investimenti propedeutici al rilancio dello stabilimento sono quantificati in oltre 200 milioni di euro per un impatto occupazionale di 357 lavoratori diretti (con circa 100 nuove assunzioni), 270 negli appalti per 36 mesi (150 verrebbero stabilizzati per le manutenzioni), oltre 200 tra indotto e servizi.

FRA 60 GIORNI CONFERENZA SERVIZI - Ultima chiamata per Eurallumina: con la consegna delle 12 scatole contenenti le integrazioni e gli studi richiesti all'azienda dall'assessorato regionale dell'Ambiente scattano i 60 giorni per l'istruttoria finale che porterà alla Conferenza dei servizi per adottare la decisione sul riavvio dello stabilimento. Questa mattina i temi tecnici del procedimento sono stati illustrati alla Rsu dai vertici dell'assessorato, mentre all'esterno degli uffici è proseguita per tutta la mattina la rumorosa manifestazione dei lavoratori, giunti dal Sulcis.

Le interlocuzioni continuano anche con il Governo, mentre gli stessi operai hanno annunciato di avere chiesto un incontro con il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, e con gli assessori dell'Industria e dell'Ambiente, Maria Grazia Piras e Donatella Spano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere