'Saving Mes Aynak' vince Life after oil

A Stintino premiati anche U Ferru e Behind the Urals

(ANSA) - STINTINO, 8 AUG - E' stato 'Saving Mes Aynak' di Brent E. Huffman il trionfatore della terza edizione del Life after oil festival di Stintino, che la scorsa notte ha premiato corti, fiction e documentari nazionali e internazionali tra una rosa di 19 opere in concorso.
    Il film narra l'estenuante corsa contro il tempo di un valoroso gruppo di archeologi afghani per salvare uno dei siti archeologici più antichi e più grandi del mondo, quello che sorge nella zona desertica di Mes Aynak, appunto. Una vera e propria città, scavata appena in minima parte, che verrà inghiottita da una gigantesca miniera di rame cinese contro la cui costruzione si è mobilitata l'opinione pubblica. Un progetto che però il governo ritiene strategico, e che difficilmente verrà fermato. Per la sezione 'documentari italiani' il premio è stato attribuito ex aequo a 'U' Ferru' di Marco Leopardi e a 'Behind the Urals, the nightmare before Chernobyl' di Alessandro Tesei.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere