Agnese Moro e l'ex brigatista ricordano via Fani

Entrambi hanno partecipato ad un incontro con gli studenti

Una targa che ricorda Aldo Moro e gli agenti della sua scorta uccisi il 16 marzo del 1978 nell'agguato di via Fani, a Roma, è stata scoperta a Oristano dalla figlia dello statista, Agnese, e dal sindaco della città Guido Tendas.

La semplice cerimonia si è svolta nella piazza già intitolata a Moro, tra il palazzo di Giustizia e il liceo classico, al termine di un incontro con gli studenti sul tema del dialogo.

A raccontare la sua esperienza, assieme ad Agnese, anche un ex brigatista di origine sarda, Andrea Coi, che non partecipò all'agguato di via Fani, ma ne ha condiviso la responsabilità e dopo una lunga carcerazione ha cercato il confronto con le vittime del terrorismo, rinnegando il suo passato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati


Giovanni Degortes - Olbia

“Formazione Point”, il nuovo progetto dello Studio Degortes

La diffusione della conoscenza e la preparazione come risorsa per il mercato del lavoro: dalle PMI agli enti pubblici, la consulenza del lavoro per un mondo globalizzato


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere