Fotovoltaico Narbolia,ok Consiglio Stato

Annullata sentenza Tar che aveva bocciato realizzazione impianto

(ANSA) - ORISTANO, 25 FEB - La Quinta Sezione del Consiglio di Stato ha dato via libera all'impianto fotovoltaico realizzato nelle campagne di Narbolia (Oristano) dalla Società agricola Enervitabio. La sentenza che accoglie i ricorsi della stessa Enervitabio, della Regione Sardegna e del comune di Narbolia contro il pronunciamento del Tar che aveva dato ragione al Comitato spontaneo S'Arrieddu e alle associazioni regionali di Adiconsum e Italia Nostra, è stata depositata oggi a poco meno di quattro mesi dalla Camera di Consiglio del 5 novembre 2015 ed è già leggibile sul sito istituzionale Giustizia Amministrativa.

In sostanza la Sezione ha annullato la sentenza con la quale l'11 luglio 2014 il Tar Sardegna aveva annullato l'autorizzazione alla realizzazione dell'impianto rilasciata dal comune di Narbolia e il provvedimento di convalida poi adottato dalla Regione. Il Consiglio di Stato ha, inoltre, condannato le associazioni al pagamento in favore degli appellanti delle spese di giudizio per un totale di 15 mila euro.

REGIONE, LEGITTIMI I NOSTRI ATTI. "Piena legittimità dell'atto di convalida adottato dall'Amministrazione regionale nel rispetto dell'interesse pubblico. Questa, in estrema sintesi, la conclusione del Giudice d'appello amministrativo nella sentenza relativa alla impugnazione della decisione del Tar Sardegna che aveva dichiarato la carenza di motivazione del provvedimento di convalida adottato dalla Regione su atti autorizzativi rilasciati dal comune di Narbolia e concernenti la realizzazione di un impianto serricolo con coperture fotovoltaiche", lo ha sottolineato la Regione. "Oggi il Consiglio di Stato ribadisce le nostre ragioni nell'affermare la legittimità di pregressi atti regionali, validi e conformi alla norma - ha dichiarato l'assessore regionale dell'Agricoltura, Elisabetta Falchi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere