Cavallini Giara: ambientalisti pronti a sostegno alimentare

Raccolti con sottoscrizione 2.700 euro per acqua e foraggio

(ANSA) - GESTURI, 4 DIC - Non sono affatto convinti che sia in atto una strage di cavallini della Giara, ma gli ecologisti del Gruppo di intervento giuridico (Grig) hanno assicurato in ogni caso all'Unione dei comuni della Marmilla, per far fronte a eventuali emergenze alimentari, l'immediata disponibilità di 2.700 euro, la cifra finora raccolta dalla sottoscrizione pubblica promossa dall'associazione per comprare foraggio, fieno, forniture di acqua e sostenere gli animali nei periodi più difficili di siccità o scarsità di pascolo.
    Attualmente sono 78 i sottoscrittori che hanno aderito alla raccolta di fondi promossa dal Grig, provenienti da tutta Italia e dall'estero, "persone generose che vogliono aiutare gli unici e ultimi cavalli selvaggi in Europa", come commentato dal presidente dell'associazione ecologista, Stefano Deliperi. "Se perdessimo i cavallini della Giara - avverte - non scomparirebbe soltanto una specie unica al mondo, ma perderemmo anche dei nostri 'compagni di viaggio' sulla Terra, una parte della nostra identità".
    "Purtroppo - sottolinea il presidente - nonostante l'impegno continuo profuso dai comuni della Giara, non sempre le autorità competenti sono in grado di intervenire tempestivamente a causa di tagli ai finanziamenti e lentezze burocratiche: è il problema che vivono anche i comuni di Gesturi, Setzu e Tuili - formali proprietari dei cavallini - e l'Unione dei comuni Marmilla, gestore della gran parte dei 5-600 puledri selvatici (i restanti, circa 200, sono della Regione Sardegna), troppo spesso in attesa dei trasferimenti istituzionali dei fondi regionali".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere