Consiglio Puglia: 68 leggi approvate nel 2017

Loizzo, in testa produzione normativa Regioni statuto ordinario

(ANSA) - BARI, 18 LUG - Con 68 leggi approvate nel 2017, la Puglia è in testa alla produzione normativa delle Regioni a statuto ordinario. Lo comunica il Consiglio regionale della Puglia il cui presidente, Mario Loizzo, evidenzia che "la quantità non è di per sé importante, perché conta la qualità delle leggi, ma è stata significativa nell'anno trascorso l'attenzione rivolta alla riduzione dei costi e alla razionalizzazione della spesa regionale, insieme ad interventi di semplificazione dei procedimenti". I dati sono contenuti nel Rapporto sulla legislazione e le attività dell'Assemblea legislativa pugliese, pubblicato dal Servizio affari e studi legislativi. Il rapporto è articolato in cinque parti che analizzano l'iniziativa legislativa, la produzione normativa, gli interventi di indirizzo e controllo, i regolamenti e il contenzioso costituzionale. Come nel 2016, il notevole numero di disegni legge di riconoscimento dei debiti fuori bilancio (245) rende prevalente l'iniziativa della Giunta regionale (291 ddl). Quella di origine consiliare ha fatto registrare 56 pdl, 29 delle quali proposte da consiglieri di maggioranza, 17 di minoranza e 10 miste. Delle 56 proposte di legge, sette hanno completato l'iter diventando leggi, quattro proposte dalla maggioranza, due bipartisan, ed una della minoranza. Sempre l'anno scorso è diventata legge l'iniziativa legislativa promossa da trenta comuni del basso Salento: 'Norme per programmi d'area integrati', che introduce un modello di collaborazione istituzionale per la programmazione e gestione dello sviluppo locale. "Alcune leggi regionali - evidenzia Loizzo - sono intervenute in settori e materie particolarmente sensibili", tra cui la 'legge sulla Partecipazione' e legge che disciplina l'attività di lobbying presso i decisori pubblici, "con le quali - conclude il presidente del Consiglio regionale - si riconosce il valore della partecipazione attiva e consapevole dei cittadini come elemento essenziale della vita pubblica democratica e si promuove un rapporto trasparente tra società e istituzioni".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere