• Aggressione a corteo Bari: Forenza, come nei tempi più bui

Aggressione a corteo Bari: Forenza, come nei tempi più bui

(ANSA) - BARI, 22 SET - "Credo che sia inaudita un'aggressione di una squadra fascista in pieno centro a Bari, un fatto che riporta questa città e questo Paese ai tempi più bui e credo che sia inammissibile, intollerabile. Eravamo in piazza per manifestare contro il razzismo e il fascismo ed è evidente che ci sarà ancora bisogno di manifestare".
    Lo ha detto l'eurodeputata barese di "Potere al Popolo", Eleonora Forenza, tra i testimoni della aggressione subita ieri sera da un gruppo di manifestanti del corteo antirazzista organizzato a Bari dalla rete di associazioni "Mai con Salvini" da parte di militanti di Casapound.
    "Ci stavamo allontanando dalla manifestazione - racconta Forenza - quando procedendo lungo via Crisanzio una ragazza di colore ci ha detto che aveva paura a tornare a casa perché davanti alla sede di Casapound c'erano decine di persone. Era con la sua bambina e abbiamo deciso di restare con lei e, in ogni caso, di proseguire su quella via cercando di evitare di passare davanti alla sede. Abbiamo però incrociato il gruppo - continua l'europarlamentare - e siamo stati aggrediti con tirapugni, catene, spranghe e altri arnesi. Io non sono rimasta ferita ma ho sangue addosso. Con me c'erano Claudio Riccio (già candidato alle scorse elezioni politiche con Leu, ndr), il mio assistente parlamentare, Antonio, rimasto ferito, e altri tre ragazzi nostri amici, uno dei quali medico che ha prestato i primi soccorsi".
    Eleonora Forenza è ancora in ospedale, nella clinica Mater Dei di Bari dove stanno medicando uno di due feriti e sarebbe dovuta partire domani per Roma. "Resteremo a Bari - dice - e formalizzeremo la denuncia per questa aggressione fascista.
    Denunceremo quanto accaduto politicamente e per le vie giudiziarie". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere