Al Petruzzelli'Il gatto con gli stivali'

Nuova produzione per i ragazzi di Nicola Scardicchio e M.G.Pani

(ANSA) - BARI, 15 MAG - Ha debuttato stasera "Il gatto con gli stivali" una nuova produzione per ragazzi che la Fondazione Petruzzelli ha commissionato al musicista Nicola Scardicchio e a Maria Grazia Pani, autrice del libretto che ha anche curato la regia dello spettacolo. L'orchestra del teatro Petruzzelli è stata diretta dal maestro Alvise Casellati. Tra i protagonisti Valentino Buzza (Il gatto), Paola Leoci (La gattina Berenice), Daniele Adriani (Fortunato, ovvero Marchese di Carabà), Carlo Sgura (Antonino, fratello di Fortunato), Francesco Auriemma (Fanigliulo, altro fratello di Fortunato), Alberto Comes (Il Re di Bordonia), Teresa Di Bari (La Regina di Bordonia), Claudia Urru (La Principessa), Kamelia Kader (La Strega Vastrusa).
    L'opera sarà in programma al Teatro Petruzzelli in matinée per le scuole a partire da domani fino a giovedì 31 maggio e da giovedì 22 novembre a mercoledì 28 novembre.
   "Dopo Il giovane Artù e Aladino e la sua lampada (andate in scena nelle ultime due stagioni) con Il gatto con gli stivali ancora una volta ci imbattiamo in un racconto di formazione - ha sottolineato Nicola Scardicchio presentando la sua opera - Il giovane Fortunato eredita dal padre un gatto molto particolare, però parla ed è abile, astuto, realizzatore. Artù e Aladino hanno a che fare con la magia, intesa come cosa misteriosa ma reale e Fortunato ha un gatto che parla, consiglia, organizza. Anche per Fortunato ci sarà un'iniziazione vera e propria: entra nudo e povero nelle acque del lago e ne esce battezzato marchese". "Nel mettere in musica il libretto di Maria Grazia Pani - ha aggiunto - ho immaginato una partitura in cui non sarebbe stato opportuno un linguaggio eroico o fiabescamente esotico, come nelle due precedenti opere, ma un carattere di racconto brillante...Un racconto è un racconto e la musica per me deve suggerirne i caratteri e le sfumature senza artificiosità o sofisticazioni". Maria Grazia Pani ha detto che, pur ispirandosi alla favola di Perrault, ha aggiunto altri personaggi come la gattina Berenice. Ma i veri protagonisti rimangono il gatto e Fortunato, "molto attuali e moderni". Ed è proprio il gatto che al termine dello spettacolo dal palcoscenico regala ai bambini la sua morale: "Ricordate che bisogna osare perchè l'ingegno a e la fantasia possono trasformare ognuno di voi….". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere