Comuni: insulti a consigliera Bari, solidarietà colleghe

'Episodio inaccettabile, insulto a persona,genere e istituzione'

(ANSA) - BARI, 14 NOV - "Condanniamo fermamente l'atto vergognoso compiuto oggi in un'aula istituzionale, un luogo che rappresenta l'intera città di Bari. Il dibattito in aula consiliare dovrebbe essere esempio di confronto civile nella libera espressione di posizioni, anche contrapposte, e il ricorso all'offesa sessista e volgare non è in alcun modo ammissibile. Lo affermano in una nota le consigliere Francesca Contursi, Anita Maurodinoia e Alessandra Anaclerio e le assessore Francesca Bottalico, Carla Palone, Carla Tedesco e Paola Romano in merito a quanto accaduto questo pomeriggio in aula consiliare nei confronti della consigliera Irma Melini.
    "Ciò che è accaduto questo pomeriggio è un gesto vile, deplorevole e inaccettabile, perché - affermano - le parole hanno un peso e possono ferire. Si parla tanto della violenza di genere e dell'importanza di linguaggi nuovi, inclusivi e rispettosi di ogni differenza e poi accade che, nella massima assise cittadina, ci si esprima in maniera oltremodo offensiva per ogni donna. Quello di oggi è un insulto alla persona, al genere e all'istituzione". "Per questo - conclude la nota - esprimiamo la nostra piena solidarietà alla consigliera Melini, auspicando di non assistere mai più a episodi ignobili come quello offertoci questo pomeriggio. Non smettere mai di indignarsi".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere