Beni sequestrati,donati casa accoglienza

Si tratta di arredi e cosmetici destinati a poveri e migranti

(ANSA) - ANDRIA, 2 OTT - Circa 43.870 prodotti sequestrati ad un pregiudicato andriese accusato di furto e ricettazione - componenti d'arredo bagno, arredo ufficio, cosmetici e pensili da cucina - sono stati devoluti in beneficienza da militari della Guardia di Finanza alla Casa di accoglienza 'Santa Maria Goretti' della Diocesi di Andria.
    L'ente - è detto in una nota della Gdf - è da sempre impegnato in opere caritatevoli ed assistenziali verso le persone in difficoltà, offrendo ai migranti, ai poveri ed agli emarginati una vasta gamma di interventi sul piano dell'assistenza sociale e della promozione umana del rispetto delle norme, dei diritti ma anche dei propri doveri.
    La Procura della Repubblica di Trani ha autorizzato la donazione al posto della distruzione dei beni sequestrati. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere