In 13 città Ue il Refugee Food Festival

Oltre 50 ristoranti apriranno le cucine a giovani chef stranieri

(ANSA) - ROMA, 11 MAG - Un'occasione unica per i giovani rifugiati di mostrare le loro doti in cucina e facilitare l'integrazione: si terrà dal 15 al 30 giugno 2017, in 13 città europee, il Refugee Food Festival, un'iniziativa dell'Unhcr in collaborazione con l'ong Food Sweet Food. Oltre 50 ristoranti apriranno le loro cucine a chef rifugiati da Paesi come l'Afghanistan, l'Eritrea, la Somalia, la Siria e l'Ucraina.
    Questa seconda edizione del Refugee Food Festival parte delle celebrazioni per la Giornata Mondiale del Rifugiato e avrà luogo a Parigi, Bruxelles, Madrid, Atene, Amsterdam, Firenze, Roma, Milano, Bari, Marsiglia, Bordeaux, Lione e Lille. Ma altre città hanno espresso il loro interesse e potrebbero aggiungersi.
    La prima edizione ha avuto luogo a Parigi, nel giugno 2016: oltre mille persone hanno potuto assaggiare i piatti preparati da chef rifugiati, in 11 ristoranti che hanno aperto le loro cucine e cambiato i loro menù per l'occasione. Alla luce di questo successo, Food Sweet Food e Unhcr hanno sviluppato un toolkit, contenete suggerimenti e indicazioni dagli chef, dai clienti, dai partner e dai rifugiati, per chiunque volesse organizzare un Refugee Food Festival nella propria città.
    "E' un progetto entusiasmante che dà l'opportunità a cittadini e rifugiati di incontrarsi in un clima positivo, ovvero cucinando un buon piatto e godendosi del buon cibo - commenta Vincent Cochetel, direttore dell'Ufficio europeo dell'Unhcr - inoltre è un modo per sviluppare consapevolezza nei confronti dei rifugiati e creare opportunità di lavoro concrete per gli chef che possono mostrare le loro capacità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA