COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - "Presentata la 52^ edizione della Fiera del Riso di Isola della Scala"

a palazzo Ferro Fini

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Cultura - Presentata a palazzo Ferro Fini la 52esima Fiera del Riso di isola della Scala

(Arv) Venezia 4 set. 2018  –        Presentata quest’oggi a Venezia nella sede del Consiglio regionale del Veneto la 52esima Fiera del Riso di isola della Scala che si svolgerà dal 12 settembre al 7 ottobre. Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto ha sottolineato come: “La Cultura del Riso in Veneto s’intreccia con la storia del nostro territorio in un rapporto di straordinaria valenza: l’avvio della coltivazione su larga scala del riso nella nostra Regione avvenne alla metà del Cinquecento, in concomitanza con le vaste opere di bonifica del territorio attivate dalla Serenissima che recuperando così nuovi terreni agricoli e nuove coltivazioni altamente competitive, come appunto il riso, segna l’inizio di una nuova organizzazione dell’agricoltura con la nascita di quella civiltà della Villa che contraddistinguerà in maniera unica il bacino Veneto con l’esempio emblematico di Andre Palladio che modifica l’abitazione di campagna trasformando la residenza dei nobili e ricchi in una vera e propria azienda, il luogo dell’ozio e del negozio”.  Ciambetti ha poi aggiunto: “La civiltà della Villa deve dunque moltissimo alla rivoluzione in agricoltura avviata e favorita dalla Serenissima anche con l’introduzione del riso, che diventa protagonista della tavola veneta – ha spiegato il presidente del Consiglio – Un protagonista trasversale che si incontra in tutte le provincie venete.  Ben venga dunque la Fiera del Riso di Isola della Scala della quale possiamo capire bene il successo: promuove un prodotto di grande qualità, che ha un valore inestimabile. Come tutte le cose buone ha un costo, certo, per altro contenuto. .  Il riso importato soprattutto dai mercati orientali può costare anche molto meno ma vale sicuramente molto meno e soprattutto ha un costo pesante per la salute  del consumatore, visto l’uso di pesticidi e di sostanze che da noi sono proibite proprio perché potenzialmente dannose per la salute.  Ricordiamolo sempre: quando in tavola portiamo un vialone nano delle nostre terre, coltivato nelle nostre risaie, portiamo in tavola storia, cultura, tradizioni ma anche salute. Ecco, la fiera del riso di Isola della Scala ha questo grande valore aggiunto che non va assolutamente dimenticato: ‘Noi siamo quello che mangiamo’ diceva Feuerbach . Cerchiamo allora di mangiare sano e genuino, anche e soprattutto dai piatti della nostra grande tradizione.

 

Archiviato in