COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - "Interventi regionali per promozione e diffusione dei diritti umani"

e la cooperazione allo sviluppo sostenibile

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Approvato il PdL sugli interventi regionali per promozione e diffusione dei diritti umani nonché la cooperazione allo sviluppo sostenibile.

(Arv) Venezia 12 giu. 2018 -     Approvato all’unanimità, nel corso della seduta odierna del Consiglio regionale del Veneto, il Progetto di legge n. 299 di iniziativa della Giunta relativo agli interventi regionali per la promozione e la diffusione dei diritti umani nonché la cooperazione allo sviluppo sostenibile. La materia si inserisce nel contesto della disciplina generale introdotta con la  L. n. 125/2014 e delle implicazioni che riguardano l'attività di cooperazione delle Regioni, soggetti individuati esplicitamente dalla normativa statale come soggetti del sistema della cooperazione, con particolare riferimento all’istituto del partenariato territoriale. La Regione può attivare partenariati nel territorio veneto per compartecipare o collaborare nelle iniziative dì cooperazione che accedono ai finanziamenti del MAECI del “Sistema italiano della cooperazione allo sviluppo”, o che accedono ai finanziamenti delle azioni dell'Unione europea. In alternativa può essere essa stessa proponente dì iniziative di cooperazione allo sviluppo nella forma del partenariato territoriale o di collaborazione con altre Regioni, Province Autonome o Enti locali. È previsto anche uno strumento dì programmazione annuale per la definizione delle priorità dell’azione della Regione nelle materie della legge; inoltre, attraverso la presentazione da parte della Giunta di una relazione al Consiglio regionale, con scadenza annuale, è stato disciplinato l’esercizio di funzioni di controllo sullo stato di attuazione della legge, sui risultati ottenuti rispetto agli obiettivi definiti nel Piano annuale di attuazione degli interventi di promozione dei diritti umani e della cooperazione allo sviluppo sostenibile. Nell’ottica della semplificazione, il Comitato per la cooperazione allo sviluppo e il Comitato per i diritti umani e la cultura di pace sono stati fusi in un unico organo consultivo, inteso come Tavolo tecnico, composto da soggetti di comprovata esperienza nelle materie della legge. La composizione del Tavolo è espressione dei soggetti del territorio, privati e pubblici che prevalentemente operano nei campi dei diritti umani e della cooperazione sostenibile. È riconfermato il sostegno della Regione alla Commissione Europea per la democrazia attraverso il diritto, come anche l'adesione alla Fondazione Venezia per la ricerca sulla Pace, già contemplati nella L.R. n. 55/1999. Assommano a poco più di 308mila euro nel 2018 gli oneri finanziari derivanti dall’applicazione del Progetto di legge oggi approvato.

 

 

Archiviato in