COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Seo Cube S.r.l.

Come cresce il web in Italia: ecco i nuovi dati

Ormai l'anno è agli sgoccioli e come al solito si iniziano a tirare le prime somme per quanto riguarda le tendenze nel mondo delle imprese italiane. Secondo le ultime rilevazioni anche in questo 2019 il trend resta lo stesso riscontrabile nell'ultimo decennio con la spesa per il digital marketing in buona crescita.

Si tratta di un percorso che si può definire naturale visto il graduale cambiamento dei comportamenti del pubblico che si trova inglobato nel flusso delle informazioni, grazie soprattutto alla pervasività dei dispositivi mobili. Questa trasformazione è diventata talmente evidente che ora anche le piccole e medie imprese che si stanno adattando, sviluppando strategie di marketing digitale, prediligendo un canale piuttosto che un altro.

Il web sempre più presente nella vita degli italiani

Partiamo proprio dalle considerazioni sul pubblico nostrano, sempre più coinvolto dai media digitali con le scelte legate al consumo che cambiano a ritmi e numeri vertiginosi rispetto al passato. Le abitudini di fruizione dell'utente cambiano di giorno in giorno, e così si modificano anche le relazioni con aziende e prodotti.

Prendendo in considerazione la fonte AudiWeb, organismo super partes e vera e propria autorità della rilevazione dati sul web, quello che salta maggiormente all'occhio è che nell'ultima raccolta informazioni la Total Digital Audience (pubblico attivo sul web dai 2 anni a salire) mensile è composta da 40,7 milioni di utenti unici, con una media giornaliera di 32,1 milioni di utenti. A colpire però sono soprattutto i dati sulla navigazione da smartphone e sovrasta di gran lunga quella da dispositivo fisso. Le fasce più coinvolte sono quelle più giovani, dai 25 ai 44 anni.

Per questo motivo per ogni azienda diventa impossibile non investire nella comunicazione digitale, anche perché si corre il serio rischio di perdere una grandissima fetta di mercato.

Come rispondono le aziende?

Non solo esigenza, ma anche opportunità: secondo le rilevazioni di Iab Italia, associazione che rappresenta la filiera del mercato della comunicazione digitale, si parla infatti di una spesa di quasi 65 miliardi di euro annui con una tendenza in crescita di anno in anno. Sono due i settori che hanno fatto aumentare gli introiti all'interno del settore: l'e-commerce, l'advertising online.

Il B2C, è il settore che ha fatto muovere più denaro

Le imprese che si stanno muovendo sul mercato per arrivare direttamente al consumatore finale sono sempre di più. Il settore dell'e-commerce comprende la vendita di servizi e prodotti ed è quello maggiormente in crescita, ed è rappresentato soprattutto da turismo e dell'informatica. Gli incrementi maggiori però quest'anno li hanno avuti food e abbigliamento.

Questo è l'ambito che ha riscontrato un trend positivo, basta pensare che nel solo 2018 la spesa è arrivata ad una cifra di circa 29 miliardi di euro, con una crescita che supera il 15% rispetto all'anno precedente, contribuendo da solo al 44% della spesa totale.

Per il Digital Marketing? Online AD, e non solo

A trainare la crescita del settore del digital marketing subito dopo il comparto e-commerce c'è l'advertising online, con un incremento di circa il 13%. Per il momento raccoglie soltanto il 4% della spesa totale (circa tre miliardi di euro), ma dimostra quanto le aziende stiano investendo nella promozione online sulle varie piattaforme social e sui motori di ricerca.

Le attività principali sono i Pay Per Click, Google Ads, Social Media Ads e Banner, ma ci sono anche tantissime aziende che investono in video e soprattutto in display advertising il vero core della spesa, che va oltre la metà del totale (1,6 miliardi di euro).

Il dato sull'Online Advertising è ancor più significativo se ci si aggiunge quello relativo al Digital Marketing: i due settori infatti insieme accumulano introiti che superano gli 8 miliardi di euro. Tra le attività che hanno riscontrato maggiore crescita c'è sicuramente quello della SEO.

La Search Engine Optimization (ottimizzazione per i motori di ricerca) viene svolta allo scopo di migliorare la visibilità dei siti su Google. Sono moltissime aziende che si rivolgono a professionisti specializzati a sviluppare campagne di marketing in questo ambito oppure che decidono di formare internamente i propri dipendenti attraverso corsi di formazione SEO.

La motivazione di questa crescita è legata infatti all'importanza che ricopre Google nella vita di tutti i giorni, non solo nel campo delle informazioni ma soprattutto in quello commerciale, affermandosi come un punto di riferimento per tutte le imprese che hanno l'obiettivo di migliorare le vendite online.

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie