COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Turismo Esperienziale di Conscious Journeys, l'evoluzione del viaggio

IMG SOLUTION SRL

Il turismo negli ultimi anni ha avuto una crescita media a livello globale di circa il 5%, mentre nello specifico il Turismo Esperienziale è aumentato molto di più.

Circa il 40% dei viaggiatori che si preparano a programmare un viaggio, tra le loro motivazioni principali manifestano la volontà di entrare a stretto contatto con la popolazione locale e di voler partecipare attivamente ad esperienze che potrebbero contraddistinguere il loro viaggio rendendolo unico.

Il concetto di viaggio e di turismo si sono evoluti molto negli ultimi anni, e continuano ad evolversi ancora oggi. Se prima il viaggio era vissuto come un momento d'evasione, un momento per godersi il dolce far niente, oggi il viaggiatore è divenuto molto più esigente, spesso ricerca vacanze che possano arricchire il proprio bagaglio culturale, per allargare i propri orizzonti e magari per mettersi alla prova e uscire dalla propria comfort zone.

È proprio la proposta di viaggio a cambiare, perché da un turismo passivo si passa ad un turismo attivo, dal turismo tradizionale, che pone al centro del viaggio la meta di destinazione, tendenzialmente mostrando solo gli aspetti patinati e più turistici, al turismo esperienziale ed emozionale, che ha invece il proprio focus sul viaggiatore stesso, cui vuole garantire esperienze intime, significative e senza filtri, ma reali ed autentiche.

Un viaggio che non metta in programma solo le città più note per poterle spuntare dalla propria lista dei luoghi visitati, ma che attraverso esperienze organizzate di quei luoghi ve ne vuole far trasparire l'anima e l'essenza culturale, da poter portare a casa come souvenir più importante, ovvero il ricordo del viaggio.

Stendersi su una spiaggia o passeggiare per una città famosa è un’esperienza che può essere fatta in tanti luoghi, mentre entrare in luoghi remoti e non aperti a chiunque, dialogare con associazioni e ONG che lavorano sul campo, visitare un villaggio tribale che è sfuggito al “progresso” o progetti sociali di recupero sono esperienze uniche e irripetibili che arricchiscono tanto il viaggio.

È ciò che cercano i moderni viaggiatori, quelli che hanno raggiunto una certa consapevolezza e che sono tendenzialmente curiosi, pronti a dimenticare pregiudizi e aspettative e a godersi gli avvenimenti che li attendono, con mente aperta e cuore libero.

Conscious Journeys è un tour operator locale, che ha sede in India, e che propone ai viaggiatori italiani, delle vere e proprie Esperienze da vivere in Asia, con dei viaggi organizzati, di gruppo, per coppie o per viaggi di nozze.

Viaggiare in autonomia, infatti, non sempre è la migliore soluzione, soprattutto quando si visitano paesi lontani, con culture tanto diverse dalla propria. Certi aspetti ed attività che il paese di destinazione offre possono sfuggire del tutto e si rischia di perdere delle occasioni incredibili.

Affidarsi dunque a chi in quel luogo ci vive e sa cosa può realmente trasmettere valore diventa di fondamentale importanza.

I paesi di destinazione dove poter vivere queste esperienze sono molteplici, sia che vogliate partire per un viaggio in India o in Bhutan, in Sri Lanka o in Birmania, in Thailandia o in Malesia avrete sempre la possibilità di entrare in stretto contatto con la popolazione locale che saprà trasmettervi conoscenza.

Le esperienze offerte da Conscious Journeys possono suddividersi in diverse macro-aree:

  • Esperienze socio-culturali-ambientali: incontri con ONG e associazioni locali che si battono quotidianamente per la salvaguardia sociale, artistica ed ambientale del loro paese. Tanti sono i progetti proposti, da quelli per la tutela dei soggetti in difficoltà come le donne o i bambini; i progetti per la tutela delle arti, dell’artigianato e delle danze tradizionali; i progetti a sostegno dell'ambiente.
  • Esperienze spirituali: per chi fosse interessato alla meditazione, alla spiritualità e alla consapevolezza, Conscious Journeys offre diverse esperienze il ritiro di meditazione in Ladakh e a Dharamsala; le visite ai templi induisti e ai monasteri buddisti; gli incontri con maestri illuminati o partecipare a uno dei tanti festival durante un viaggio di gruppo.
  • Esperienze eque e solidali: attività da svolgere con le cooperative del commercio equo e solidale per vivere delle Altromercato Experience, Silence a Calcutta, nata per sostenere soggetti svantaggiati non udenti e fargli ottenere l’indipendenza economica; in Sri Lanka si può invece visitare la cooperativa Selyn, unica realtà del paese a produrre tessuti su telai manuali certificati Fair Trade.
  • Esperienze umanitarie: incontri con le tribù locali, con pernottamento presso i loro villaggi quando possibile e poter ascoltare il racconto della loro quotidianità e della loro storia.
  • Esperienze naturali-archeologiche: visite a parchi nazionali e alle riserve naturali, luoghi unici al mondo come le foreste di mangrovie e le foreste vergini; visite a siti patrimonio UNESCO; escursioni di trekking di uno o più giorni, per osservare da vicino la prorompente forza della natura.

Al di là delle definizioni tecniche, il turismo esperienziale è un’attitudine, una predisposizione interiore al viaggio, inteso non solo come spostamento da un luogo all'altro, ma come una reale apertura e disponibilità all'incontro e al confronto.

Per maggiori informazioni https://www.consciousjourneys.com/

Archiviato in