Alpitel licenzia 62 impiegati Piemonte

A Moncalieri e a Nucetto. Azienda, cambiate regole del mercato

(ANSA) - TORINO, 13 DIC - Alpitel, azienda che opera da 60 anni nella progettazione, sviluppo e installazione di reti di telecomunicazione per i principali gestori telefonici, ha annunciato 100 licenziamenti di impiegati. Di questi 62 sono in Piemonte: 32 nel torinese a Moncalieri e 29 nel cuneese a Nucetto, dove si trova la sede storica. I sindacati hanno proclamato lo stato d'agitazione e uno sciopero lunedì 16 dicembre con assemblea davanti ai cancelli.
    L'azienda ha motivato l'apertura della procedura di licenziamento "con l'ingresso di nuovi player 'over the top' che hanno cambiato le regole del mercato e il ruolo degli operatori influenzando le loro strategie d'investimento sulle infrastrutture. Il management ha dovuto spostare il focus dell'offerta verso soluzioni più tecnologiche con una maggiore caratterizzazione digitale. Il 2019 chiuderà con risultati estremamente negativi". Alpitel, acquisita a fine luglio dal gruppo Psc della famiglia Pesce, ha 600 dipendenti (276 impiegati, 304 operai, 14 quadri e 6 dirigenti).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere