++ Appendino, parole Aluko pesano, Torino non si rassegna ++

Sindaca, indietro non la città ma solo alcune persone

(ANSA) - TORINO, 29 NOV - Le affermazioni di Eniola Aluko, ex giocatore della JWomen che in una lettera pubblicata dal The Guardian, ha accusato Torino di essere una città razzista "pesano come un macigno". Lo afferma, su Fb, la sindaca Chiara Appendino, ricordando che quella di Torino è "storia di porte aperte". "Purtroppo nel nostro Paese episodi di discriminazione sono tornati a diffondersi - ammette - ma ad essere tornata indietro non è la città, solo alcune persone che non rappresentano che loro stesse. Torino non si rassegna". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere