Unesco, Biella diventa Città Creativa

Per l'artigianato. Nel circuito anche Bergamo, no Como e Trieste

   Biella è ufficialmente entrata a far parte del circuito mondiale delle Città Creative Unesco. La notizia è stata pubblicata oggi pomeriggio sul sito ufficiale dell'Organizzazione mondiale. Soddisfatti la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, promotrice della candidatura insieme all'amministrazione comunale. Con il capoluogo laniero è entrata anche Bergamo. Escluse invece Como e Trieste.
   "Una notizia bellissima che ci riempie di gioia e orgoglio. Avevo avuto una percezione positiva già durante la mia scorsa missione a Parigi, insieme al sindaco di Biella, proprio per sostenere questa candidatura. Dopo Alba per la gastronomia e Torino per il design, Biella è la terza città del Piemonte a entrare nel circuito delle 'Creative Cities' e lo merita", commenta il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. "Il grazie va a tutti quelli che hanno reso possibile questo grande risultato - aggiunge il governatore del Piemonte -. E adesso al lavoro per trasformare in posti di lavoro e fatturato turistico questo importante riconoscimento. L'Unesco conferma il Piemonte una terra Patrimonio dell'Umanità!".

   Soddisfatto anche il sindaco, Claudio Corradino: "Oggi è una giornata di festa per tutta la città. Nessuno escluso. Ha vinto la collettività, un territorio che come in rare altre occasioni ha saputo muoversi unito e compatto - dice - Biella è Città Creativa Unesco 2019 e vengono ripagati gli sforzi di mesi di grande lavoro, un grazie va rinnovato ai partner che hanno creduto e sostenuto il progetto - aggiunge il primo cittadino -. Il mio augurio è che questo riconoscimento possa essere da volano per il rilancio del territorio, di sicuro mostriamo segnali di grande vitalità che ci fanno essere ottimisti per il futuro".

   "Con questo risultato la Fondazione ha assolto il suo vero compito, quello di sostenere il territorio. Un messaggio importante soprattutto per i nostri giovani: i sogni si realizzano se si fa squadra, si lavora insieme con passione e ci si crede", osserva Franco Ferraris, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, tra i principali sostenitori della candidatura.  "Vince un territorio unito che, grazie al fondamentale impulso e coordinamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, ha saputo fare squadra", fa notare Carlo Piacenza, presidente dell'Unione Industriale Biellese. "Nell'ultimo anno è cresciuto l'orgoglio e l'impegno dei biellesi che, in modo trasversale, hanno saputo dare vita a questo progetto in modo condiviso e appassionato per farlo diventare realtà - conclude -. Questo preziosissimo traguardo, però, non è un punto di arrivo: è un punto di partenza. Il vero viaggio inizia adesso".  

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA