Asti-Cuneo, Cirio 'governo decida'

Governatore a Bruxelles vede rappresentanza permanente Italia

(ANSA) - TORINO, 23 OTT - Sull'Asti-Cuneo, "il Governo decida in fretta e lo comunichi all'Ue. l'Europa attende le scelte dell'Italia". Lo afferma il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, dopo l'incontro di oggi a Bruxelles con l'ambasciatore Michele Quaroni, vice rappresentante permanente italiano presso l'Unione europea, competente per il dossier sull'Asti-Cuneo. "La rappresentanza - spiega Cirio con il sindaco di Alba, Carlo Bo - ci ha confermato che la Commissione Ue, alla luce del cambio di Governo italiano, attende che il nuovo esecutivo dica ufficialmente la strada che si intende seguire per il completamento dell'Asti-Cuneo". Sul tavolo ci sono infatti due dossier: "quello Delrio, già autorizzato, e quello Toninelli su cui abbiamo chiarito che non serve sotto il profilo giuridico una autorizzazione preventiva della Commissione, anche se con il livello di attenzione mostrato il rischio di infrazione è reale". "E' urgente che il governo chiarisca la propria scelta - conclude Cirio - a pagare lo stallo è il territorio".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere