Teatro Regio, politica nega reputazione

"Siamo bene per tutta la Città invece c'è chi nega traguardi"

(ANSA) - TORINO, 15 GIU - Più rispetto per l'attività del Teatro Regio di Torino che "ha saputo conquistare un pubblico devoto e affezionato", anche con "iniziative per includere le fasce più deboli", ed "è stato acclamato all'estero con numerose tournèe di grande prestigio". Lo chiede l'assemblea dell'Orchestra del teatro, con una nota polemica rivolta al mondo politico, nella quale elenca i risultati e i riconoscimenti ottenuti in tempi recenti.
    "E' mai possibile - scrive l'assemblea dell'Orchestra del Regio - che a fronte di questi dati si possa negare la reputazione che con tanta fatica ci siamo meritati? E' possibile che un'istituzione come la nostra non venga trattata dalla politica come un bene di tutta la Città, a prescindere dalle proprie logiche di partito anziché negarne i traguardi qualitativi raggiunti e sbeffeggiarla in modo non degno, dimostrando peraltro di non conoscere (o non voler conoscere) il nostro operato".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere